Nella città dei papi

Escort, sesso in auto e scambi di coppie: così Viterbo è diventata la capitale della trasgressione

Affari per oltre 200mila euro, due sexy shop, ma tanti luoghi nascosti per gli incontri: ecco la mappa segreta che richiama libertini da tutta Italia. Un commerciante: "Abbiamo lasciato Roma, in provincia ci si diverte di più"

Due sexy shop, appartamenti dove si consuma un attimo di felicità e piazzole di sosta, pozze di acqua termale all'aperto dove incontrarsi e scambiare partner o partecipare da single all'amore di coppia e siti internet a cui accedere per leggere recensioni di chi ha già provato l'esperienza. La holding del sesso a Viterbo esiste. E non è a uso e consumo soltanto dei viterbesi, ma anche di turisti un po' annoiati e professionisti arrivati in città per lavoro, che cercano di ritagliarsi un piccolo spazio di pacere tra le mille cose da fare. Giovani, coppie, uomini maturi e casalinghe sono oggi gli avventori di un'impresa che riesce a produrre in un piccolo centro di una cittadina di provincia affari per più di 200 mila euro l'anno.

Abbigliamento erotico all'interno di un negozio di Viterbo

Quanti sono i sexy shop in città

Sono due i sexy shop in città: "Xoxo sexy shop" e "Sex is now: il self service del piacere". I due punti vendita, gestiti in maniera sostanzialmente diversa, funzionano e sono assiduamente frequentati da un target di clienti che va dai 20 ai 70 anni. Nessuna differenza ormai registrata in base al sesso, uomini, donne, coppie, il mondo Lgbt ha ormai sdoganato la "trasgressione" e senza pregiudizi né tabù si avvicina a gel stimolanti, vibratori, code e molto altro. "Nel 2009 ho aperto il primo sexy shop a Fiano Romano - racconta a ViterboToday Roberto Moneta, il titolare di Xoxo sexy shop -. Ho voluto iniziare questa attività fuori Viterbo per superare l'imbarazzo iniziale. Man mano che le cose procedevano, tutto diventava sempre più normale e il mio lavoro non era altro che vendere un po' di serenità". Non solo vibratori, falli king size, lubrificanti e stimolanti anali, all'interno del negozio in esposizione anche abbigliamento molto sexy, una collezione di film cult, attrezzi per il piacere femminile e maschile e anche il necessario per il soft bondage: manette, legacci e frustini. "I clienti del mio negozio sono in gran parte fidelizzati - spiega il titolare - ma ogni  giorno arrivano persone nuove, persone di passaggio che sono in ferie o professionisti che si fermano in città. Nel mio negozio entrano uomini, donne, coppie, trans, omosessuali ed è difficile targettizzare in maniera rigida la clientela". Un negozio di questo tipo portato a regime in una cittadina di provincia dell'Italia centrale potrebbe rendere intorno ai 100 mila euro l'anno circa.

Quali sono i sex toy più venduti

A proposito dei prodotti più richiesti, Roberto Moneta racconta: "I prodotti più venduti in assoluto sono i lubrificanti, soprattutto quelli rivolti alla clientela con problemi di pelle e quelli rigeneranti. Molto richiesti anche i sex toy che si gestiscono con l'applicazione, quindi a distanza, il cosiddetto ovetto e poi i vibratori, masturbatori da uomo, stimolatori della prostata e quello che riguarda il soft bondage, per un range di età soprattutto compreso tra 20 e 40 anni. Per quanto riguarda l'abbigliamento intimo sexy, le calze sono il prodotto più acquistato e regalato".

Un luogo dove le coppie si incontrano

Il self-service del piacere

Diversa la gestione di "Sex is now" che propone un servizio h24 con distributori automatici di sex toys di vario genere e di lubrificanti. "I nostri distributori sono molto frequentati sia di giorno che di notte - spiegano a ViterboToday Marcello Mario Natili e Montserrat Odena Saldes, i titolari che nella vita professionale si occupano di informatica - nella cittadina di provincia, a differenza di quanto si possa pensare, ci si diverte di più che nella grande città".

La holding del sesso a Viterbo

"A Roma avevamo aperto e in pochi mesi abbiamo chiuso - aggiungono i proprietari -. Il nostro shop automatico è frequentato dal 70enne che ha voglia di rendere più piccante una situazione, come dagli studenti che acquistano oggetti a fini gogliardici o dalla donna che può avere necessità di uno stimolo per l'attività sessuale. A livello sociale è davvero interessante, non si tratta solo di trasgressione o gioco, ma a volte di necessità per problematiche legate alla sfera sessuale". All'interno del self sex service oltre a lubrificanti e sex toys, i clienti trovano un numero di telefono al quale rivolgersi per avere consigli e una bacheca per le richieste. Per quanto riguarda il giro di affari di un esercizio self-service in una qualsiasi cittadina di provincia si attesterebbe intorno ai 30 - 40 mila euro l'anno.

Bullicame, Bagnaccio e Ferento le mete del car sex

Swinging e car sex: la mappa dei luoghi

La città non offre solo esercizi commerciali dove acquistare gli oggetti del piacere, ma anche parcheggi e pozze di acque termali libere, diventati luoghi adatti non solo al sesso, ma anche allo scambismo oggi conosciuto come swinging. È dal mondo virtuale che arrivano poi le informazioni sui luoghi più frequentati, con tanto di mappa, recensioni e storie di rapporti consumati spesso con sconosciuti.

Sul sito internet "Annunci 69" sono segnalati e mappati i luoghi più frequentati in cui si pratica il car-sex, il sesso in auto. Bullicame e Bagnaccio i luoghi più amati: il primo da bisex, gay e trans, mentre il secondo da guardoni, single e coppie. Ma anche a Ferento c'è movimento soprattutto per voyeur e scambisti. Nonostante il sito sia datato abbiamo fatto un giro di notte nei luoghi segnalati e alcuni luoghi sono ancora frequentati. Più recente e moderna la sex community "Desiderya" in cui è addirittura possibile scrivere annunci per organizzare scambismo, voyeurismo e sesso in posti noti per queste pratiche nella città dei papi e non solo.

Le escort e i consiglieri del sesso

Car sex e sex community sono solo la punta dell'iceberg. Internet è utile anche a chi cerca "professioniste del sesso", che si tratti di escort, trans o addirittura coppie generalmente composte da persone dello stesso sesso che si dedicano all'attività del piacere. È "Escort advisor" il sito più accreditato in città e frequentato dagli avventori. Non solo foto, ma che recensioni, contatti, servizi e la mappa del luogo esatto in cui andare per un incontro hot con la escort, il trans, la coppia scelti. Attualmente sono 27 le professioniste registrate nella zona di Viterbo, sparse tra i quartieri della città.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

ViterboToday è in caricamento