rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
CRONACA / Montefiascone

Ruba un portafogli all'area di servizio, inseguito dai carabinieri replica: "Ho commesso una sciocchezza"

Il furto sarebbe stato messo a segno da un 38 enne incensurato, denunciato a piede libero dai carabinieri

Nei giorni scorsi, i carabinieri dell’aliquota radiomobile della compagnia carabinieri di Montefiascone hanno denunciato a piede libero un uomo per furto con destrezza di un portafoglio. I fatti si sono svolti nel bar di una stazione di servizio sulla commenda nel territorio del comune falisco.

Cosa è successo

All’interno dell’esercizio vi era un artigiano, avventore del locale, intento a consumare una bevanda. La sua attenzione era inoltre rivolta ad alcuni tecnici dediti alle riparazioni di alcune slot machine presenti nel locale. Durante questa breve distrazione l’avventore, 54 enne, aveva poggiato il proprio portafogli sul bancone. In quel breve frangente, un giovane, senza farsi vedere, lo sottraeva ed usciva repentinamente dal locale per dirigersi alla propria autovettura e abbandonare in tutta fretta l’area di servizio. Nell’uscire frettolosamente incrociava una pattuglia dei carabinieri dell’aliquota radiomobile della compagnia dei carabinieri di Montefiascone, giunta sul posto per i routinari controlli del territorio. I militari una volta all’interno venivano avvicinati dall’uomo derubato che, resosi subito conto li avvisava dell’ammanco e forniva la descrizione dell’uomo forse responsabile. L’equipaggio si metteva allora subito alla ricerca del soggetto, individuato proprio nel guidatore di quell’auto che avevano incrociato all’ingresso dell’area di servizio.

Chi è il presunto ladro

Dopo un breve inseguimento i militari fermavano l’autore del furto, e con stupore, scoprivano trattarsi di un 38 enne incensurato, tra l’altro professionista nel settore sanitario psichiatrico. La persona, come unica giustificazione replicava di aver commesso una sciocchezza. l’uomo, considerata l’assenza di precedenti di polizia veniva denunciato a piede libero.

PRESUNZIONE DI INNOCENZA
Il soggetto indagato è persona nei cui confronti vengono fatte indagini durante lo svolgimento dell’azione penale; nel sistema penale italiano la presunzione di innocenza, art 27 Costituzione, è tale fino al terzo grado di giudizio e la persona indagata non è considerata colpevole fino alla condanna definitiva.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruba un portafogli all'area di servizio, inseguito dai carabinieri replica: "Ho commesso una sciocchezza"

ViterboToday è in caricamento