rotate-mobile
LA COMMEMORAZIONE

Giornata del ricordo, Mechelli (Provincia) dalla foiba di Basovizza: "Ricordare per costruire la pace"

Il capo di gabinetto dell'ente alla cerimonia sul Carso Triestino con la presidente del consiglio Giorgia Meloni e il vicepremier Antonio Tajani

"Ricordare perché è dovere, ricordare per costruire la pace". Anche la Provincia di Viterbo questa mattina ha partecipato alle celebrazioni in occasione del Giorno del ricordo che si sono svolte presso la foiba di Basovizza, sul Carso Triestino.

Alla cerimonia hanno presenziato molte delegazioni delle amministrazioni locali di tutta Italia. Tra queste anche la Provincia di Viterbo, rappresentata dal capo di gabinetto Manuel Alejandro Mechelli. A rendere ancor più toccante e significativa la manifestazione è stata la presenza, tra gli altri, della presidente del consiglio Giorgia Meloni accompagnata dal ministro degli Affari esteri e vicepresidente del consiglio Antonio Tajani. 

Il capo di gabinetto della Provincia di Viterbo alle celebrazioni del Giorno del Ricordo 2

"Il 10 febbraio - commenta Mechelli - ci impone il dovere morale e civico di ricordare il dolore dei tanti italiani trucidati nelle foibe e di quanti, esuli giuliani, istriani e dalmati, hanno dovuto lasciare le proprie case per sfuggire a una morte violenta. Ma la memoria non guarda solo al passato. La memoria ci impegna anche nel futuro per promuovere la pace e il dialogo tra i popoli".

A margine delle celebrazioni, Mechelli ha avuto l'opportunità di riflettere insieme al presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, sul significato del Giorno del ricordo e sul grave silenzio che per troppi anni ha nascosto il significato di questa ricorrenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata del ricordo, Mechelli (Provincia) dalla foiba di Basovizza: "Ricordare per costruire la pace"

ViterboToday è in caricamento