rotate-mobile
Mercoledì, 12 Giugno 2024
WeekEnd

Weekend a Viterbo e provincia: gli eventi da non perdere sabato 27 e domenica 28 gennaio

Cosa fare nel fine settimana nella Tuscia

Siamo quasi arrivati alla fine del mese, percepito come il "più lungo dell'anno". Non si poteva chiudere in modo migliore il quarto e ultimo weekend del mese: con l'inizio dei festeggiamenti di Carnevale. In molti comuni della Provincia, esplodono i colori, la festa, la musica, ma soprattutto i carri, le maschere, i coriandoli e le stelle filanti tipici del Carnevale. Ma non solo Carnevale: nella Tuscia continuano i festeggiamenti in onore di Sant'Antonio Abate, protettore degli animali. Non si fermano, infine, le iniziative culturali: spettacoli teatrali, concerti, mostre, alcuni dei quali dedicati alla Giornata della Memoria.

Se siete curiosi di saperne di più, ecco i consigli di ViterboToday per il weekend di sabato 27 e domenica 28 gennaio.

Carnevale a Ronciglione 2024

Ronciglione, la città del Carnevale, da appuntamento ai tre grandi corsi di gala del 2024 e ai tanti eventi dello storico Carnevale di Ronciglione. Uno spettacolo sempre nuovo, entusiasmante e affascinante all'insegna del divertimento. Domenica si tiene il grandioso corso di gala. Si inizia la mattina con l'apertura del "Carnival street artist show", il festival degli artisti di strada, e degli stand dei prodotti tipici e gastronomici. Si prosegue nel pomeriggio con la passeggiata ed esibizione della banda cittadina "Alceo Cantiani", a cui segue la parata storica degli ussari. Successivamente è il momento dell'atteso grandioso corso di gala: maschere, carri allegorici, gruppi mascherati e bande folcloristiche. A seguire, tutti in piazza della Nave a ballare il tradizionale "saltarello di Carnevale" con la banda cittadina "A. Cantiani". [TUTTE LE INFORMAZIONI]

Carnevale a Vignanello e Vallerano 2024

Sabato prendono il via i festeggiamenti del Carnevale Vignavalle 2024, che coinvolge e unisce Vignanello e Vallerano per un Carnevale unico. Tra sfilate, carri allegorici, mascherate, animazione per bambini, veglioni e dj set il divertimento è assicurato. Sabato, in via don Minzoni (Vallerano), è in programma il "Veglione di Carnevale", con il music show di Mirko Lambiti. La cena si svolge presso la Cantina Le Botti. [TUTTE LE INFORMAZIONI]

Carnevale a Vitorchiano 2024

Domenica a Vitorchiano si tiene il Carnevale vitorchianese, il Carnevale nel borgo. Alle ore 15 parte il corteo delle maschere; alle ore 16 si tiene la grande festa in piazza Umberto I: "giardinetti", animazione, musica, balli, coriandoli, sorprese e tanta allegria. [TUTTE LE INFORMAZIONI]

Carnevale a Montefiascone 2024

Domenica ritorna il carnevale più divertente della provincia a Montefiascone, organizzato dall'associazione Carnevale montefiasconese. In programma, la sfilata dei carri allegorici e gruppi mascherati in grandi quantità; un vero divertimento per grandi e piccini. Le sfilate prendono il via alle ore 15. L'ingresso è gratuito. [TUTTE LE INFORMAZIONI]

Carnevale a Faleria 2024

Domenica a Faleria si tiene la sfilata in occasione del Carnevale faleriano 2024. A partire da viale s. Giuliano, per le vie del paese sfilano i gruppi mascherati; a seguire i tiene la festa in piazza. Un'occasione per festeggiare e vivere insieme la magia e i colori del Carnevale. [TUTTE LE INFORMAZIONI]

Carnevale a Monterosi 2024

A Monterosi si tiene il Carnevale monterosolino 2024: un programma ricco di eventi per festeggiare insieme e vivere la magia del Carnevale. Si inizia domenica con la sfilata dei carri allegorici, che parte alle ore 15 da piazzale La Marmora; lo stesso giorno, in via C. A. Dalla Chiesa è situato lo stand gastronomico della "pizzantiella". [TUTTE LE INFORMAZIONI]

Carnevale a Canino 2024

Canino è pronta a festeggiare il suo prossimo Carnevale 2024. Grazie al comune di Canino e la pro loco caninese, domenica si tiene la sfilata dei gruppi mascherati, con partenza da piazzale San Francesco alle ore 15. [TUTTE LE INFORMAZIONI]

Festa di sant'Antonio Abate a Falerii Novi

Domenica a Falerii Novi si celebra la festa di sant'Antonio Abate, patrono degli animali, presso la basilica di santa Maria in Faleri. Si inizia con il raduno dei cavalli presso l'azienda agricola Riganelli con colazione, a cui segue la passeggiata a cavallo per arrivare basilica di santa Maria in Faleri. Dopo la messa e la benedizione degli animali, si tiene il pranzo aperto (a tutti) in parrocchia. il ricavato del pranzo sarà interamente donato alla Caritas di Falerii. [TUTTE LE INFORMAZIONI]

Festa di sant'Antonio Abate a Bassano Romano

Il consiglio direttivo della società sant'Antonio abate si presta a chiudere i festeggiamenti per l'anno 2024 di Bassano Romano con l'appuntamento finale. Sabato, i soci e congiunti chiudono i festeggiamenti in onore al santo con cena. [TUTTE LE INFORMAZIONI]

Festa di sant'Antonio Abate a Castel sant'Elia

A Castel sant'Elia sabato e domenica si chiudono i festeggiamenti in onore di sant'Antonio Abate. Sabato, presso la chiesa parrocchiale, si tiene la santa messa; a seguire, il ritorno del santo fino alla chiesetta votiva sita in via sant'Elia; per finire, l'esibizione con giochi pirici. Domenica, si tiene la sfilata di carri allegorici e dei gruppi mascherati per il carnevale castellese. [TUTTE LE INFORMAZIONI]

Festa patronale in onore di S. Orsio a Vejano

Domenica si aprono a Vejano i festeggiamenti in onore del patrono s. Orsio, a cura del comune di Vejano, dell'associazione pro loco Vejano e dell'università agraria di Vejano. Nel pomeriggio si inizia con l'esposizione della reliquia del santo, a cui segue la santa messa. Più tardi, la tradizionale zuppa, benedetta dal parroco, viene distribuita alla popolazione. [TUTTE LE INFORMAZIONI]

Lo spettacolo "Marzabotto"

Domenica pomeriggio al teatro Boni di Acquapendente va in scena "Marzabotto", spettacolo di Carlo Lucarelli e Matteo Belli, in concomitanza con la giornata della memoria. Una delle più terribili stragi della seconda guerra mondiale e dell'intero Novecento. La narrazione procede nel racconto del massacro compiuto da più formazioni tedesche, che alla fine di settembre del 1944 trucidarono, nei dintorni di Marzabotto, circa ottocento civili. Una prova difficile ma appassionata che si propone di unire il rigore della ricerca, la qualità drammaturgica e una chiave d'interpretazione scenica mai dimentica del ruolo creativo di un teatro di narrazione che non sia solo nozionistico, bensì anche rivelatorio di significati inediti. [TUTTE LE INFORMAZIONI]

Lo spettacolo "Le eroine di Giacomo Puccini"

Domenica pomeriggio al teatro Francigena di Capranica va in scena "Le eroine di Giacomo Puccini", spettacolo con Renata Campanella (soprana) e Stefano Giaroli (al pianoforte). Giacomo Puccini è stato definito come il più delicato lettore ed interprete del mondo femminile, per altri come un sadico celato in guanti di seta, lettura giustificata dalla fine terribile che designa a molte delle sue protagoniste: morte, suicide, infelici e disperate. Tosca, Mimì, Manon, Suor Angelica e altre: tragiche sentimentali figure da sogno. [TUTTE LE INFORMAZIONI]

Lo spettacolo "Peter Pan"

Sabato pomeriggio l teatro dell'Unione di Viterbo va in scena "Peter Pan", spettacolo della Factory compagnia transadriatica per bambini dai 6 ai 10 anni, scritto e diretto da Tonio De Nitto. Peter Pan è la storia di un’assenza, di un vuoto che spesso rimane incolmabile. L’ispirazione viene dalle avventure di Peter e Wendy e dall’atmosfera un po’ misteriosa del primo romanzo di James Matthew Barrie, Peter Pan nei giardini di Kensington dove il sentimento autobiografico di una mancanza incolmabile spinge l’autore a creare un mondo parallelo, un giardino prima, un’isola poi, dove i bambini caduti dalle carrozzine e dimenticati dai propri genitori si ritrovano in uno spazio senza confini fisici e temporali. [TUTTE LE INFORMAZIONI]

Visita guidata alla torre di Chia e al castello di Colle Casale

Visita guidata sulle tracce di Pier Paolo Pasolini alla torre di Chia e al castello di Colle Casale a Soriano nel Cimino in programma per domenica. Pasolini si innamorò della torre di Chia nella primavera del 1964. Nel 1970 riuscì ad acquistarla e vi costruì la sua abitazione a ridosso dei ruderi del castello di Colle Casale adiacenti la torre. Un luogo silenzioso, magico e perfetto. La torre di Chia, e il suo bellissimo territorio circostante, sono un luogo perfetto in cui ricercare un ritorno ad uno stato di natura incontaminato. [TUTTE LE INFORMAZIONI]

Mostra documentaria al Teatro dell'Unione

Il foyer del teatro dell’Unione di Viterbo ospita la mostra documentaria "La preparazione burocratica della Shoah". L’archivio di stato di Viterbo ha predisposto una mostra documentaria che testimonia il crescendo anche nella nostra città di un sentimento di indifferenza. I documenti esposti raccontano come si è passati dall’algida applicazione burocratica delle norme sul censimento degli ebrei ad un susseguirsi di divieti di vario tipo confluiti in procedure di esproprio dei beni ed infine nella carcerazione e deportazione di intere famiglie. [TUTTE LE INFORMAZIONI]

Il concerto "Così scende la notte - Concerto per la giornata della memoria"

Sabato pomeriggio presso il museo e centro culturale "Marco Scacchi" di Gallese si tiene "Così scende la notte - Concerto per la giornata della memoria", con le musiche curate dalla classe di pianoforte della prof.ssa Anna Lisa Bellini del liceo musicale "S. Rosa da Viterbo" e le letture a cura di Ruggero Guazzoni su testo originale di Stefania Piersanti. [TUTTE LE INFORMAZIONI]

XIX stagione concertistica dell'Unitus

La XIX stagione concertistica pubblica dell'Università degli studi della Tuscia di Viterbo continua sabato pomeriggio presso l'auditorium di santa Maria in Gradi. Il pianista Filip Michalak, in collaborazione con Keyboard Charitable Trust di Londra, si esibisce in uno spettacolo dove eseguiranno brani di alcuni tra i più importanti compositori della storia, come Bach, Mozart, Schubert, Chopin, Liszt, Schumann, Čajkovskij, Rachmaninov, Grieg, Brahms, Piazzolla. [TUTTE LE INFORMAZIONI]

La mostra "Donna, vita, libertà"

Il museo di Palazzo Doebbing di Sutri ospita la mostra “Donna, vita, libertà”, organizzata dalla società Archeoares, con la curatela del direttore Pietro Paolo Lateano. L’esposizione affronta la tematica dei diritti negati alle donne iraniane, in linea con le proteste successive alla morte di Mahsa Amini. La prima sezione comprende opere di Lorenzo Mattotti, artista poliedrico che spazia tra fumetto, pittura, illustrazione e cinema d’animazione, e di Gianluca Costantini, disegnatore attivista che combatte le sue battaglie attraverso la sua arte. Continua con le opere delle iraniane Majid Bita, Hanieh Ghashshaei e Melika Saeeda, di Antonio Amato, nato a Messina, e di Marjan Vafaeian, nata a Teheran. La mostra presenta, inoltre, anche un’ulteriore sezione che include le opere di Aurelio Bruni. [TUTTE LE INFORMAZIONI]

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Weekend a Viterbo e provincia: gli eventi da non perdere sabato 27 e domenica 28 gennaio

ViterboToday è in caricamento