Sabato, 20 Luglio 2024
SGARBI QUOTIDIANI

Il Pd all’attacco: “Sgarbi assenteista e insensibile, ha partecipato solo a 8 votazioni su 450”

Bordate anche da Laura Allegrini (FdI): “Il suo assessorato deve cessare di esistere”

Come annunciato nei giorni scorsi da ViterboToday, il Partito Democratico ha presentato un’interrogazione in Consiglio comunale sul caso Sgarbi. In Sala d’Ercole, la piddina Lina Delle Monache ha chiesto delucidazioni al sindaco Frontini riguardo alle vicende che vedono coinvolto il critico d’arte, assessore alla Bellezza a Palazzo dei Priori nella sua giunta civica.  

Delle Monache ha puntato con forza su un solo punto: “Sgarbi - ha detto - ha preso parte al 2% delle riunioni di giunta, si è espresso solo su 8 delibere su 450 totali. Ha sempre disertato gli appuntamenti in cui si parlava dei suoi progetti e delle due deleghe, che riguardano anche la comunicazione della Tuscia. Va inoltre ricordato che le riunioni di giunta possono essere partecipate anche da remoto”. Per i dem non c’è dubbio: “Quello di Sgarbi - affermano in aula - è un caso di assenteismo grave. Tutto quello che lo riguarda sul fronte giudiziario è di competenza di altre autorità, ma Sgarbi non è mai venuto in Consiglio comunale ad illustrare suoi programmi e non si è mai confrontato con noi consiglieri, dimostrando anche scarsa sensibilità. Invitiamo Frontini a riflettere su queste cose e speriamo che riflettano anche in alto”. 

Chiamata in causa, la prima cittadina ha parlato così del suo assessore: “Ritengo che sia ancora prematuro fare valutazione sui risultati e sull’impatto che l’azione di ogni assessore ha avuto sulla città. Quando sarà giunto il momento, una valutazione sarà fatta e riguarderà tutti gli assessori sugli obiettivi raggiunti e quelli mancati. Ricordo comunque che, aldilà del tasso di presenza, ci sono stati un paio d’interventi, ma io rivendico con orgoglio il Festival della Tuscia, nel quale è stata portata anche una pianista di livello mondiale gratis per la città. Quello è stato un segnale di valenza e di contributo culturale importante”. Altra è la questione riferita al dibattito intorno ai quadri, per la quale Frontini mantiene il sangue freddo: “Credo di dovermi allineare con quello che il Governo sta facendo sull’argomento, non ritirando le deleghe”. Su quest’ultimo punto, Delle Monache incalza: “Ritirare le deleghe a Sgarbi magari potrebbe servire a dare segnale al governo Meloni”.

Ma l’assessore alla Bellezza deve fare i conti anche con il fuoco di Laura Allegrini, capogruppo in Consiglio di Fratelli d’Italia: “Il problema Sgarbi è grave per questa giunta ma non nella sostanza, perché anche prima c’era e non faceva niente. Per la città non cambia nulla. Quello di Sgarbi è un ruolo che in realtà non ha. Lei (Frontini, ndr) deve far cessare per assenteismo l’assessorato. E il Festival della Tuscia non è niente originale, peraltro ci è costato 80mila euro. Le vicende giudiziarie a noi non competono, ma Sgarbi non è funzionale a questo Consiglio”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Pd all’attacco: “Sgarbi assenteista e insensibile, ha partecipato solo a 8 votazioni su 450”
ViterboToday è in caricamento