rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Politica

Il Lazio tutela i maiali: contro l'erosione genetica arriva la banca del seme

L'iniziativa per tutelare le razze autoctone minacciate dalla diffusione della peste suina africana

Una banca del seme per preservare le razze suine più a rischio. È partito nella regione Lazio il progetto che consentirà di contrastare “l’erosione genetica” della razza Casertana ma anche quella del Nero Reatino e Nedo dei Monti Lepini che sono tipi genetici autoctoni della razza Apulo Calabrese.

La salvaguardia delle razze a rischio

“Ringrazio l'agenzia regionale Arsial e l'associazione nazionale allevatori suini (Anas) per aver fatto partire, su impulso dell’assessorato, questa importante iniziativa che ha un alto valore scientifico, perché riesce a dare una risposta concreta al rischio di erosione genetica di alcune razze suine minacciate dalla diffusione della peste suina africana”, commenta l’assessora regionale all’ambiente Giancarlo Righini.

La peste suina che minaccia i maiali

La diffusione del virus che, dal 5 maggio 2022, ha ufficialmente raggiunto anche la Capitale sta mettendo a rischio la sopravvivenza delle razze locali meno diffuse. È un problema che determina conseguenze sul piano della biodiversità e quindi della conservazione di alcune razze, ma anche dal punto di vista del mantenimento di alcune tradizioni alimentari visto che, questi animali, vengono spesso allevati con quella finalità.

Banca del seme nei centri abilitati

Per quanto riguarda la banca del seme, verrà sviluppata coinvolgendo una ventina di allevamenti che partecipano ai programmi di conservazione delle razze autoctone. Si sta valutando inoltre la possibilità di attivare la conservazione di nuclei riproduttivi in centri abilitati. Dovranno essere dotati dei massimi standard di biosicurezza ed anche questa misura è finalizzata a salvaguardare il patrimonio genetico di razze, autoctone, minacciate dalla diffusione della peste suina africana.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Lazio tutela i maiali: contro l'erosione genetica arriva la banca del seme

ViterboToday è in caricamento