rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
CONTROLLI A TAPPETO

La Finanza setaccia i locali del Comune: caccia ai "furbetti degli affitti", scoperti tre casi

Indagine sulla morosità negli immobili di proprietà comunale, alcune situazioni persistenti da anni. Può intervenire anche la Corte dei conti

La Guardia di finanza sta setacciando i locali comunali sospettati di morosità: attività commerciali, depositi, magazzini e abitazioni. I controlli, partiti dopo lo scoppio del caso Bruzziches, avrebbero già portato a scoprire delle prime situazioni ritenute irregolari, ma il rischio è che questa possa essere solo la punta dell’iceberg. Sullo sfondo, poi, si staglia lo spettro di un intervento della Corte dei conti, che potrebbe avviare anche una propria indagine.

Subito dopo l’addio di Marco Bruzziches alla maggioranza della sindaca Chiara Frontini, il consigliere aveva dichiarato che, sulle questioni relative al patrimonio, l’amministrazione si era mostrata del tutto indifferente, ponendo in cima a tutto il Pnrr. Da presidente della commissione Bilancio, Bruzziches aveva anche redatto delle stime relative ai mancati introiti dagli affitti dei locali comunali, arrivando a contare una cifra pari ad oltre 300mila euro. Ma si tratta, appunto, di una stima. La cifra legata alla morosità potrebbe essere più bassa, ma anche molto più alta. In seguito alle dimissioni e allo scoppio dello scandalo in Comune, è partita l’indagine della procura nei confronti di Frontini e di suo marito, Fabio Cavini, il quale, secondo Bruzziches, avrebbe minacciato lui e la sua famiglia. 

Pochi giorni più tardi la Guardia di finanza ha convocato, per sospetta morosità, alcuni affittuari di locali inseriti nel patrimonio comunale. Le fiamme gialle hanno acquisito documentazione contabile e contratti, laddove esistenti, e sarebbe stata riscontrata la presenza di tre situazioni in cui gli occupanti non avrebbero pagavato l’affitto dovuto al Comune. I finanzieri si sarebbero mossi sulla base di informazioni raccolte sul campo, dettagliate e circoscritte. Dopodiché sono partite le verifiche sul posto, con i controlli direttamente nei locali. Tuttavia, in questa prima fase di indagini, non sembra essere stata constatata la mole di affitti non versati stimata da Bruzziches.

Peraltro, secondo quanto si apprende, l’azione della Guardia di finanza sarebbe autonoma rispetto al filone che sta seguendo la magistratura. I pm Siddi e Capezzuto, infatti, stanno cercando di far luce sulla cena tra il consigliere comunale, sua moglie, Chiara Frontini e Fabio Cavini. Bruzziches è stato certamente ascoltato in procura, assieme ad altre figure come la consigliera Letizia Chiatti, ma non sembra essere stato contattato dalla finanza, che invece si sta districando, come detto, sulla base di segnalazioni e informazioni.

C'è però un altro dettaglio emerso dalle verifiche: per alcuni casi, il Comune non avrebbe mai attivato le procedure di messa in mora nei confronti degli affittuari non in regola e inadempienti. La teoria è che, essendo situazioni persistenti da diversi anni, l'ente possa essersene "semplicemente" dimenticato. Lo snodo cruciale è capire da dove nascano le morosità, impresa ardua considerando che non esiste un fascicolo dettagliato in possesso degli uffici comunali.

L'amministrazione Frontini, dunque, potrebbe non essere coinvolta direttamente. Per il momento, inoltre, non sarebbero arrivati avvisi di garanzia a nessun dirigente nell'alveo delle operazioni. Lo spauracchio, per l'amministrazione, è che il materiale possa essere trasmesso alla Corte dei conti, che si ritroverebbe a dover considerare di effettuare delle ulteriori verifiche. A quel punto, sia che l'attuale giunta sia responsabile o meno, si spalancherebbero le porte di una stagione molto complicata. L'obiettivo però rimane quello di stanare quanti più "furbetti dell'affitto" possibile, al fine di stroncare quella che sembra ormai essere un'odiosa prassi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Finanza setaccia i locali del Comune: caccia ai "furbetti degli affitti", scoperti tre casi

ViterboToday è in caricamento