I PENDOLARI SPERANO

Fino a 60 milioni di euro per la Roma-Viterbo: nuove locomotive, aria condizionata e potenziamento della linea

La Regione inserisce la ferrovia che collega il capoluogo della Tuscia alla Capitale tra i siti interessati dai progetti per il Giubileo

Dalla Regione Lazio fino a 60 milioni di euro per la Roma-Viterbo, la ferrovia degli orrori che collega il capoluogo della Tuscia alla Capitale. La Pisana l’ha infatti inserita tra i siti interessati dagli interventi finanziati con i fondi per il Giubileo 2025, per la gioia di tutti i pendolari che da quasi vent’anni ormai fanno i conti con disagi di ogni sorta. La speranza di assistere a un miglioramento, adesso, assume delle forme ben chiare. C’è la luce in fondo al tunnel, si vede, ma non è detto che possa essere raggiunta. 

Sono tre gli interventi di riqualificazione previsti dai finanziamenti giubilari. A renderli noti ci ha pensato Alessandro Ridolfi, direttore generale della Regione Lazio: “Sul tavolo, oltre ai 154 milioni dedicati alla sanità, la Regione ha portato un nuovo piano di interventi per 253 milioni”. 54 di questi per la sanità, 18 per la protezione civile e circa 180 milioni sui trasporti. E quindi sulle ex ferrovie concesse, di competenza regionale.

"Dodici milioni di euro - annuncia Ridolfi - per l’installazione di impianti di condizionamento sui treni della Roma-Viterbo, acquisto di due nuove locomotive da dedicare alle tratte Roma-Ostia o Roma-Viterbo per 12,5 milioni e il rinnovo con potenziamento della linea di contatto della ferrovia Roma-Viterbo per 36 milioni”. Un pacchetto fino a 60 milioni di euro che andrebbe a modificare l’assetto di quella sciagurata tratta, dalla quale sempre più pendolari si tengono a distanza.

Aria condizionata, due nuovi treni edun miglioramento strutturale che sia vantaggioso per gli utenti. Un salto di qualità indiscusso, visto lo stato in cui versa oggi la Roma-Viterbo, che attraversa il capoluogo, Civita Castellana e arriva a Flaminio. Giusto la settimana scorsa l’ultima protesta dei pendolari contro l’orario invernale, considerato insostenibile. Più recente, invece, la richiesta di un intervento deciso alla giunta Rocca e all'assessore Ghera.

Ora, la notizia di questo corposo investimento da parte della Regione fa ben sperare e mitiga le polemiche. Anche se, va detto, è ancora presto per cantar vittoria. Gli elaborati dovranno infatti ottenere prima il via libera del ministero dell’Economia, che presiede l’apposito tavolo tecnico e avrà il compito di vagliarli uno a uno per avviare i finanziamenti. “Fra gli interventi proposti e su cui non possiamo tornare indietro c'è l'aria condizionata sui treni della Roma-Viterbo. E spesso - riferisce Ridolfi - ci viene contestato, seppur con aplomb istituzionale, se sia davvero necessaria l'aria condizionata sulla Roma-Viterbo per il Giubileo”.

La strada, quindi, non è ancora in discesa. Ad aggiornare sulla questione sarà la commissione speciale sul Giubileo, che a breve fisserà la data della sua prima riunione itinerante proprio a Viterbo. “Tutto il territorio laziale, quindi anche le altre province - ha detto il consigliere regionale Daniele Sabatini - dovrà essere reso partecipe dei festeggiamenti e degli eventi relativi all’anno santo”. Ecco perché anche la città dei Papi beneficerà di contributi importanti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fino a 60 milioni di euro per la Roma-Viterbo: nuove locomotive, aria condizionata e potenziamento della linea
ViterboToday è in caricamento