rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
IL PIANO / Centro Storico / Piazza Martiri d'Ungheria, 57

Nuova illuminazione, telecamere e un allarme di ultima generazione: così il Sacrario dice addio al degrado

Sicurezza di giorno e di notte: ecco il "Progetto Sacrario" che punta a far rinascere una delle zone più abbandonate

La lotta al degrado nel centro storico prosegue e tocca con forza anche il Sacrario, una delle zone più trafficate del centro storico che da anni, purtroppo, balza con cadenza regolare agli onori delle cronache cittadine. L’amministrazione Frontini è infatti pronta a varare il “progetto Sacrario”, una serie di azioni collegate ad un’opera di restyling che andrà a cambiare i connotati del rione viterbese sopra Valle Faul.

FOCUS SUL PARCHEGGIO

Il parcheggio del Sacrario è - o meglio, dovrebbe essere - quello più “sicuro” della città, in quanto dotato di sbarra automatica per gli ingressi e l’uscita delle vetture. Tuttavia, vista la sua posizione (è accessibile ai pedoni da via Valle Piatta e dalla piazza), è noto anche per essere luogo di bivacco e ricettacolo di spacciatori e microcriminalità varia. Una situazione che va avanti ormai da anni e che la giunta Frontini intende stroncare una volta per tutte, mettendo in campo un pacchetto di misure che, nella visione del Comune, dovranno fare da deterrente. Anzitutto, nuova illuminazione ed installazione di un sistema con telecamere integrate: il progetto è stato approvato e la prima cittadina ha comunicato che i lavori sono pronti a partire e addirittura terminare entro l’anno. “Grazie ad un utilizzo razionale delle misure compensative degli impianti da energie rinnovabili - ha detto Frontini - un’altra area nevralgica verrà riqualificata. Via anche la torre faro che, oltre a consumare tantissimo, deturpa uno degli skyline più belli della città dei Papi. Il progetto risponde alla necessità di decoro e sicurezza che tutti percepiamo in quella zona della città”. 

Viterbo - Parcheggio del Sacrario

L’ILLUMINAZIONE E LE TELECAMERE

Al sacrario sarà posizionato un set di particolari lampioni a led tramite armature stradali poste su pali ad una altezza di 9 metri e distribuita lungo tutta l’area. “Le armature - si legge - saranno dotate di telecontrollo da remoto in grado di ottimizzare al massimo l’efficientamento energetico e di permettere una manutenzione estremamente facilitata. L’utilizzo di armature tipo Smart che conglobano nella stessa struttura la funzione led, due telecamere, un altoparlante ed un estensore wifi, permetterà nei punti in cui è prevista la telesorveglianza di poter fare diverse cose”. Ad esempio controllare l’accesso in prossimità dei siti viari e pedonali, verificare che non ci siano vetture posteggiate in maniera chiaramente irregolare laddove sia consentito il traffico veicolare, sorvegliare l’abbandono di rifiuti nell’area e, soprattutto, controllare le presenze “sospette” durante le ore notturne e che non avvenga vendita di sostanze stupefacenti”. 

Progetto Sacrario-2

L’INTELLIGENZA ARTIFICIALE

Questo sistema sarà connesso all’elaboratore che verrà posto nel centro di controllo nei locali del comando della Polizia Locale e agirà con Intelligenza Artificiale, presenta importanti capacità di agire come deterrente, ponendo nelle ore notturne l’illuminazione disponibile per ciascuno dei punti di controllo della zona interessata alla massima intensità in caso di presunti allarmi, inviando messaggi sonori preregistrati od indicazioni da parte di operatori preposti o suoni di allarme se necessario. L’accessibilità alle informazioni, gli allarmi e le immagini sarà anche disponibile sui telefoni mobili degli organi ufficialmente preposti (incaricati di sorveglianza e responsabili generali).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova illuminazione, telecamere e un allarme di ultima generazione: così il Sacrario dice addio al degrado

ViterboToday è in caricamento