rotate-mobile
RIPRESE IN CITTÀ / Centro Storico

"A Hollywood stanno imparando ad apprezzare Viterbo, anche agli attori è piaciuta"

Il consigliere comunale Ugo Poggi parla dal set di "In the hand of Dante"

Il set cinematografico allestito a San Pellegrino per le riprese di “In the hand of Dante”, il film prodotto da Martin Scorsese, porterà un grande ritorno d’immagine per la città. Ne è sicuro il consigliere comunale Ugo Poggi, della lista Rinascimento, il quale ha seguito alcune parti del girato: “A Hollywood stanno imparando ad apprezzare Viterbo, anche gli attori ne sono rimasti colpiti. Speriamo che in futuro altri registi ed altri produttori ci scelgano per venire a registrare”.

Storico fotografo, Poggi ha conosciuto il regista del film, Julian Schnabel: “Oltre ad essere un grande film-maker è anche un pittore di fama mondiale. Le sue opere sono state esposte in musei come il MoMa di New York, il Centre Pompidou di Parigi e la Tate Gallery di Londra. Il fatto che un professionista del genere abbia deciso di venire qui deve essere motivo di orgoglio per i viterbesi”. Schnabel avrebbe anch’esso apprezzato la città, in particolare la parte medievale: “La bellezza di San Pellegrino lo ha lasciato sbalordito. Ha detto che era la scenografia perfetta per il film che stavano girando”. A proposito di scenografia, Poggi dice di aver dato a sua volta un consiglio al regista: “Da fotografo con decine di anni alle spalle, conosco Viterbo alla perfezione. Mi sono permesso di consigliarli di valorizzare Palazzo degli Alessandri, gentilmente concesso dal presidente della Provincia Alessandro Romoli, perché, secondo me, è il luogo che rappresenta al meglio l’idea e l’immagine che la trama voleva trasmettere allo spettatore”.

Poggi ha lodato l’operato dell’amministrazione Frontini, di cui fa parte in quota Vittorio Sgarbi: “Viterbo città del cinema sarebbe un sogno. Forse qualcuno ancora non se ne rende conto, ma abbiamo ospitato il set di un film con attori del calibro di Johnny Depp, Gerard Butler, Gal Gadot, Jason Momoa e Oscar Isaac. Non credo sia mai accaduta una cosa del genere. Quattro divi di Hollywood a San Pellegrino, dobbiamo ringraziare per questo il sindaco Chiara Frontini, gli assessori Silvio Franco e Vittorio Sgarbi oltre ovviamente alla film commission di Simona Tartaglia e Carlo Cozzi, che stanno facendo un lavoro veramente straordinario”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"A Hollywood stanno imparando ad apprezzare Viterbo, anche agli attori è piaciuta"

ViterboToday è in caricamento