rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
ALTA VELOCITA' / Orte

Giampieri (FdI): "Finalmente l'Alta velocità nella Regione Lazio è diventata realtà"

La Regione Lazio con un emendamento approvato ieri ha messo in campo un sostanzioso investimento per portare a termine la sperimentazione già in corso

"Riceviamo da Massimo Giampieri e pubblichiamo"

"Finalmente l'Alta velocità nella Regione Lazio è diventata realtà, soprattutto per la nostra provincia, con la
stazione di Orte che avrà un ruolo strategico nel sistema dei trasporti su ferro". È quanto dichiara il
coordinatore di Fratelli d'Italia della Provincia di Viterbo Massimo Giampieri che aggiunge: "Merito della
Regione Lazio, che con un emendamento approvato ieri dal Consiglio e inserito nella proposta di legge 64,
ha messo in campo un sostanzioso investimento per portare a termine la sperimentazione già in corso nel
prossimo anno, e poi per rendere definitivo il servizio ad Alta velocità per i successivi dieci anni. Un traguardo importante che mette fine ad una gestione dei trasporti a singhiozzo, perennemente soggetta a continue proroghe. Tutto grazie alla Giunta regionale e all' impegno del nostro consigliere e capogruppo alla Pisana Daniele Sabatini che si è battuto per questo risultato e con grande impegno è riuscito ad ottenere i necessari investimenti. Un lavoro di squadra che ha visto FdI impegnata ai massimi livelli, sia regionale che nazionale. Infatti il lavoro è iniziato in Parlamento con il nostro deputato Mauro Rotelli che si è a lungo battuto nella Commissione Trasporti di Montecitorio per dotare il nostro territorio di infrastrutture adeguate e soprattutto efficienti, sia su ferro che su gomma. Con il centrodestra al governo del Paese e del Lazio - ha concluso Giampieri - la nostra Regione e la Tuscia sono oggi più forti e competitivi"

Massimo Giampieri 

Coordinatore di Fratelli d'Italia della Provincia di Viterbo

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giampieri (FdI): "Finalmente l'Alta velocità nella Regione Lazio è diventata realtà"

ViterboToday è in caricamento