rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Cronaca

Rudy Guede indagato per violenza e lesioni, l'avvocato della ex: "Ragazza molto provata. Per lei è stato difficile denunciarlo"

Parla l'avvocato della giovane che accusa di maltrattamenti il 36enne, già condannato per l'omicidio di Meredith Kercher. Lui in attesa dell'interrogatorio di garanzia

"Molto provata". L'ex fidanzata di Rudy Guede, che oggi lo accusa di violenza sessuale, lesioni e maltrattamenti, viene descritta così da chi in queste ore le sta accanto. Tra di loro c'è anche il suo avvocato Francesco Guido. "È una ragazza di 23 anni che ha subito dei traumi - dice il legale a ViterboToday - e che ora si trova pure catapultata in una vicenda mediatica molto più grande di lei".

La giovane, viterbese, ha avuto una relazione con Guede dopo che il 36enne originario della Costa d'avorio è uscito dal carcere dove ha scontato 13 anni per l'omicidio di Meredith Kercher, la studentessa inglese uccisa a Perugia nel 2007. Un rapporto che viene definito turbolento quello tra i due, segnato da tira e molla.

Questa estate la ragazza si è rivolta ai poliziotti della squadra mobile di Viterbo raccontando di vessazioni che avrebbe subito tra il 2022 e il 2023. "Non le è stato facile denunciare il proprio compagno - afferma l'avvocato Guido -. Ha dovuto prima razionalizzare gli episodi che sono avvenuti. Ha avuto bisogno di tempo e della necessità di fare un processo interiore, riflessioni a livello personale che alla fine l'hanno portata a denunciare il proprio compagno. Un atto, certamente, molto forte".

Nella denuncia la 23enne parla di aggressioni e dice di essere stata costretta ad avere rapporti sessuali contro la sua volontà. Riporta più episodi di maltrattamenti, anche se non all'ordine del giorno, che poi sarebbero stati documentati dagli agenti che hanno svolto le indagini. Tra le carte pure i referti medici delle lesioni che le sarebbero state provocate da Guede e per cui sarebbe dovuta ricorrere alle cure dei sanitari.

Le indagini, durante le quali la ragazza è stata sentita in incidente probatorio dalla pm Paola Conti che ha voluto cristallizzare il suo racconto, mercoledì mattina sono sfociate per Guede nel divieto di avvicinamento di 500 metri dalla ex, con l'applicazione del braccialetto elettronico.

"C'è soddisfazione - esprime l'avvocato Guido - per l'operato della procura, che in tempi rapidissimi ha dimostrato di essere efficace nella tutela della parte offesa. Il provvedimento è un punto di inizio, ad esclusiva tutela della 23enne. Il gip, nell'emetterlo e disponendo addirittura il braccialetto elettronico, ha ritenuto che sussistano gravi indizi di colpevolezza in capo a Guede".

Per notificargli la misura, che non riguarda l'accusa di maltrattamenti in quanto non riconosciuta dal giudice, la polizia ha raggiunto il 36enne al Centro studi criminologici di piazza della Rocca con cui collabora grazie alla laurea conseguita durante la detenzione in carcere. Poi è stato portato in questura.

Ora Guede è in attesa dell'interrogatorio di garanzia, che deve tenersi entro cinque giorni dalla notifica della misura. Il suo avvocato, Carlo Mezzetti, è al lavoro per ricostruire la vicenda e stabilire la strategia difensiva. Il 36enne, dopo essere tornato in libertà a fine 2021, è rimasto a Viterbo dove la sera lavora come cameriere in un ristorante - pizzeria sulla Cassia nord. In seguito alla denuncia della ex si sarebbe preso un periodo di pausa. Guede è l'unico condannato in via definitiva per l'omicidio Kercher, per cui non ha mai smesso di professarsi innocente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rudy Guede indagato per violenza e lesioni, l'avvocato della ex: "Ragazza molto provata. Per lei è stato difficile denunciarlo"

ViterboToday è in caricamento