Domenica, 14 Luglio 2024
Scuola

Addio Gloria. Da campanili in cammino a opere d'architettura: le antenate della macchina di santa Rosa

Nel passato la macchina ebbe prevalentemente l'aspetto di un campanile gotico, illuminato con torce e candele, da cui nacque la tradizionale definizione di "campanile che cammina" che le diede lo scrittore Orio Vergani

L'ultimo viaggio di Gloria, la macchina di Santa Rosa che negli ultimi 5 anni ha solcato piazze e strade di Viterbo, è terminato. Dal prossimo anno ci sarà una nuova opera che raccoglierà sotto la propria ala i cento facchini dediti al trasporto e una città intera il cui cuore si accorda su un solo sentimento.

La macchina viene realizzata da un costruttore, scelto dal Comune con pubblico appalto ogni cinque anni. Il capitolato prevede la costruzione di un'opera "alta 28 metri sopra la spalla dei facchini" che raggiunge circa 29,50 metri da terra, e fissa alcune misure limite, anche in base alle vie del centro storico.

La cronologia delle macchine di Santa Rosa

Nel passato la macchina ebbe prevalentemente l'aspetto di un campanile gotico, illuminato con torce e candele, da cui nacque la tradizionale definizione di "campanile che cammina" che le diede lo scrittore Orio Vergani. Nella seconda metà del Novecento sono subentrate forme più moderne o avveniristiche impiegando materiali altamente tecnologici, fibre, leghe leggere, e sorgenti luminose diverse, che valorizzano le forme artistiche dei rivestimenti in cartapesta. Nel 1967 Giuseppe Zucchi vinse il concorso per la nuova macchina di Santa Rosa. Il modello rappresentò una vera rivoluzione. Il Volo D'Angeli, così fu chiamata questa opera, spezzava e cambiava l'idea di macchina che i viterbesi avevano ammirato fino a quel momento. Purtroppo il primo trasporto non fu portato a termine e si fermò a via Cavour a causa di alcuni difetti nella progettazione del telaio. In memoria del drammatico evento nel 2007 fu posta una targa nel luogo esatto del fermo. Nonostante un esordio in saluta la macchina venne trasportata per 12 anni. Il 9 luglio 1983 è stato effettuato un trasporto straordinario in occasione del 750º anniversario della nascita della santa e un altro il 27 maggio del 1984 in occasione della visita di papa Giovanni Paolo II. Protagonista dei trasporti straordinari è stata la macchina denominata Spirale di Fede, ideata e costruita da Maria Antonietta Palazzetti e Rosario Valeri. Dal 2003 al 2008 la macchina si chiama Ali di Luce, dell'architetto Raffaele Ascenzi. Alla base del monumento che percorre i quattro lati vi era la scritta non metuens verbum leo sum qui signo viterbum (usato per la prima volta nel 1225 in sigillo della città) che significa "Non temo minaccia, sono il leone che rappresenta Viterbo" e l'acronimo FAVL, che sta per Fanum Arbanum Vetulonia Longula, ossia le quattro città etrusche dalla cui unione sarebbe nata la città, secondo l'ipotesi formulata da Annio da Viterbo. Il 6 settembre 2009 papa Benedetto XVI ha potuto vedere, durante la sua visita a Viterbo, la nuova macchina Fiore del Cielo ferma davanti al santuario. Il 26 gennaio 2015 è risultato primo classificato al bando di concorso per la costruzione della nuova macchina l'architetto Raffaele Ascenzi, ex facchino di santa Rosa, già ideatore di Ali di Luce (la macchina che sfilò dal 2003 al 2008), che insieme a Luigi Vetrani ha realizzato Gloria. Nel 2020, in seguito all'emergenza dovuta alla pandemia da Covid-19, il trasporto non è stato effettuato.Era stata proposta l'idea di montare la macchina di fronte al santuario dal 29 agosto al 13 settembre. In seguito è stata annullata anche questa iniziativa a causa dei prevedibili numerosi assembramenti che si sarebbero formati sotto la macchina. Anche nel 2021, per le stesse motivazioni legate alla pandemia, non è stato possibile effettuare il trasporto. La macchina Gloria è stata esposta a piazza del Plebiscito dal 30 agosto al 13 settembre 2021. Il trasporto è ripreso regolarmente nel 2022.

Le Macchine di Santa Rosa

  • Viene citato per la prima volta il nome 'Macchina' 1654
  • (Costruttore Giuseppe Franceschini) 1690
  • (Autore Ignoto) 1700
  • (Domenico Durante) 1704
  • (Angelo Japelli) 1707
  • (Carlo Tacchini) 1766
  • (Autore Ignoto) 1771
  • (Autore Ignoto) 1783
  • (L. Romani) 1790
  • (Autore Ignoto) 1792
  • (A. Giusti) 1797
  • (Autore Ignoto) 1800
  • (Giuseppe Simelli) 1812
  • (Domenico Costa) 1814 - 1815
  • (Giacomo Zei) 1816
  • (Angelo Papini) 1820 - 1822, 1824 - 1849 (si rinnova ogni anno)
  • (Rosa Papini) 1850
  • (Raffaele Papini) 1851
  • (si ripete il modello del 1825) 1852
  • (si ripete il modello del 1830) 1853
  • (si ripete il modello del 1842) 1854
  • (Vincenzo Bordoni) 1855 - 1861 (si rinnova ogni anno)
  • (Gaetano Spadini) 1862 - 1873 (dal 1862 al 1869 e dal 1872 al 1873 con il figlio Giovan Battista si rinnova ogni anno, nel 1870 e 1871 modello unico)
  • (Pier Felice e Paolo Papini) 1874 - 1876
  • (Paolo Papini) 1877 - 1879 (nel 1878 si trasporta il 5 Settembre)
  • (Paolo Papini) 1880 - 1885 (nel 1884 non si effettua per il colera, nel 1885 stesso modello del 1883)
  • (Paolo Papini) 1886 - 1894 (si rinnova ogni 3 anni)
  • (Paolo Papini) 1895 - 1899 (nel 1897 subentra il figlio Virgilio)
  • (Virgilio Papini) 1900 - 1951 (si rinnova ogni 5 anni, dal 1915 al 1917 non si effettua per la Prima guerra mondiale, dal 1940 al 1945 non si effettua per la Seconda guerra mondiale, dal 1946 al 1951 si utilizza lo stesso modello del 1924)
  • Rose Fiorite (Rodolfo Salcini - costruttore Romano Giusti) 1952 - 1958
  • Campanile che cammina (Angelo Paccosi) 1959 - 1966
  • Volo D'Angeli (Giuseppe e Luigi Zucchi) 1967 - 1978
  • Spirale di Fede (Maria Antonietta Palazzetti-Valeri) 1979 - 1985
  • Armonia Celeste (Roberto Joppolo - Arch. Alfiero Antonini - Costruttore F. Governatori - Appaltatore Socrate Sensi) 1986 - 1990
  • Sinfonia d'Archi (Angelo Russo - costruttore Vincenzo Battaglioni) 1991 - 1997
  • Una Rosa per il Duemila - Tertio Millennio Adveniente (Marco Andreoli, Giovanni Cesarini, Lucio Cappabianca) 1998 - 2002
  • Ali di Luce (Raffaele Ascenzi) 2003 - 2008
  • Fiore del Cielo (Arturo Vittori - Andreas Vogler) 2009 - 2014
  • Gloria (Raffaele Ascenzi) 2015 - 2023 (non si effettua negli anni 2020 e 2021 per cause dovute alla pandemia da COVID-19)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio Gloria. Da campanili in cammino a opere d'architettura: le antenate della macchina di santa Rosa
ViterboToday è in caricamento