SOLLEVATE E... VOLATE

Emozioni, lacrime, sogni: i facchini hanno portato Gloria e un carico emotivo enorme | FOTO

L'emozione dell'incontro con santa Rosa si è legato alla malinconia di vedere Gloria sfilare nel cuore della città per l'ultima volta

Lacrime, ricordi e sogni ieri sera, domenica 3 settembre, hanno viaggiato per le vie del centro a bordo di Gloria. Una serata ricca di emozioni che ha raccontato con la sua atmosfera il vero significato della manifestazione. Le vie del centro gremite di persone, adulti, anziani e bambini, le lacrime di Ascenzi, le parole delle autorità, le girate dedicate a chi non c'è più e l'addio a Gloria hanno reso l'edizione 2023 del trasporto della Macchina di santa Rosa magica.

GALLERY | Facchini verso la mossa e trasporto di Gloria: le foto della macchina di santa Rosa 2023

Trasporto macchina di santa Rosa Gloria - Facchini-2

L'emozione, quella pura, mistica ed eterea, è stato l'ingrediente che ha acceso una luce in più nella serata del 3 settembre. La folla in delirio sia al passaggio dei facchini, che a testa alta e con la malinconia nel cuore hanno marciato per raggiungere la Macchina di santa Rosa, sia durante il passaggio di Gloria.

Trasporto macchina di santa Rosa Gloria - Facchini-2

Forse l'addio di Gloria, forse l'incontro con santa Rosa, forse la gioia di riscoprire un momento di aggregazione e la "viterbesità", ma ieri sera la città era davvero "tutta d'un sentimento". Tante le porsone venute anche da fuori per assistere alla manifestazione, annoverata da 10 anni come patrimonio Unesco, che hanno potuto respirare la devozione a "Rosina" da parte dei cittadini della città dei papi. La novità di questa edizione, i nomi delle persone che sono venute a mancare, ha dato un significato ancora più profondo al passaggio tra la gente di Gloria.

Trasporto macchina di santa Rosa Gloria (133)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emozioni, lacrime, sogni: i facchini hanno portato Gloria e un carico emotivo enorme | FOTO
ViterboToday è in caricamento