rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
POLITICA

FANTAPOLITICA | Frontini in FI? Arena: "Se entra do di matto". Marini: "Accogliamo tutti, ma non penso possa interessarle"

Giovanni Arena e Giulio Marini, storico totem forzista, analizzano le dichiarazioni di Sgarbi che ha detto di voler candidare la sindaca alle europee in quota Forza Italia

Le dichiarazioni di Vittorio Sgarbi hanno generato un vero e proprio terremoto politico in città. In un’intervista rilasciata a ViterboToday, il sottosegretario e assessore alla Bellezza del Comune di Viterbo ha annunciato di aver proposto la candidatura di Chiara Frontini alle europee in quota Forza Italia. Parole che hanno agitato le acque del partito berlusconiano, con la base che si divide tra favorevoli all’eventuale operazione e chi, invece, si dice pronto alle barricate.

Pensare a una Chiara Frontini in Forza Italia fa gelare il sangue, per esempio, a Giovanni Arena, ex sindaco e nemesi della giovane prima cittadina. “Ho fatto fare già le magliette per la sua candidatura”, dice ironicamente. Poi torna serio: “Una scemenza più grossa di questa proprio non potevo sentirla. Io e lei siamo alternativi al 100%. Se dovesse entrare, io darei di matto proprio. Perderemmo di credibilità, a quel punto sarebbe meglio chiudere direttamente il partito”. Reazione comprensibile, dati i trascorsi tra i due. 

Decisamente più diplomatico Giulio Marini, che Frontini la conosce bene, avendola nominata assessore nell’ormai lontano 2008. “Le cose, ammesso che ci sia un fondamento di verità che a me non risulta esserci, vanno analizzate dal partito, che sta rinnovando i suoi organi statutari in vista dei congressi. Ho approfondito personalmente e mi è stato detto che non c’è niente”.

Stuzzicato, Marini poi aggiunge: “Non mi risulta che Chiara Frontini sia una tesserata di Forza Italia. C'è tempo fino al 31 ottobre per farlo, ma non credo accadrà”. Tuttavia, al contrario di Arena, lui non chiude a priori: “La magnificenza di Berlusconi era l’accoglienza, il suo modo di comportarsi compensava e regolava. Oggi, invece, il partito è solido ma comunque accogliente. Stanno rientrando parecchie persone che si erano messe in pensione dalla politica”.

Alla domanda su cosa succederebbe all’indomani di un clamoroso ingresso di Frontini tra i berluscones, Marini risponde: “Gli eventi sarebbero da valutare con grande attenzione, anche da parte sua. La sua origine è civica, questo percepisce l'elettorato, che la vede distante e lontana dai partiti. È stata lei stessa a proclamarlo, dicendo di essere alternativa e indipendente”. Ma le dichiarazioni più interessanti arrivano quando afferma: “Il suo è un ingresso da scongiurare? Mai. Vai a scongiurare l’immissione di giovani amministratori che poterebbero dare il loro contributo? Siamo liberali e, per mantenere questa identità, abbiamo pagato non poco. Non possiamo tradirla, dunque. Dal punto di vista generale il suo ingresso può essere positivo, nel particolare non so se per lei possa essere una prospettiva affascinante”.

Tuttavia, al momento, un ingresso di Frontini in Forza Italia è pura fantapolitica. Nonostante i segnali, come la presenza ai funerali di Stato di Berlusconi, e le voci, il sindaco non ha ancora deciso se candidarsi alle europee o meno. Figurarsi se ha già maturato la scelta di legarsi a un partito. Inoltre, ci sarebbe un altro ostacolo: “Per avere ruoli devi essere iscritto da due anni, lo statuto di Forza Italia - spiega Marini - è cambiato. Siamo un partito territoriale, non alla mercè del soggetto che naturalmente può avere del consenso, ma non è mai stato tesserato”.

Insomma, tutto lascia presagire che il passaggio non verrà concretizzato. Tuttavia, potrebbe verificarsi un ultimo scenario: Frontini potrebbe candidarsi nelle liste di Alternativa popolare, bypassando quelle forziste, che comunque sono collegate. L’ultima parola di certo spetterà a lei, Frontini, che nel frattempo si sta prendendo sempre con più forza un posto nel panorama politico viterbese e non solo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

FANTAPOLITICA | Frontini in FI? Arena: "Se entra do di matto". Marini: "Accogliamo tutti, ma non penso possa interessarle"

ViterboToday è in caricamento